Un ponte tra università
e impresa

Educazione

Ricerca scientifica e innovazione tecnologica per consentire ai giovani
di avvicinarsi a nuove opportunità professionali e, soprattutto,
per creare un collegamento tra formazione universitaria ed esperienza sul campo,
tra ateneo e impresa
.

Il rapporto del Gruppo Saras con l’Università di Cagliari ha visto, dal 1998 a oggi,
circa 300 tirocinanti dell’ateneo cagliaritano alternarsi nel nostro stabilimento
per stage finalizzati alla ricerca e alla stesura della tesi di laurea, oltre che per stage e training aziendali post laurea.
Collaboriamo inoltre con il dipartimento di Ingegneria per organizzare seminari di approfondimento
complementari e integrativi alla formazione accademica e su progetti di ricerca per aspiranti ingegneri.

Nel corso di un open day, abbiamo aperto le porte del nostro Laboratorio Industry 4.0 del sito industriale
a oltre 60 studenti della Facoltà di Ingegneria Chimica, Meccanica ed Elettronica
e a esponenti del mondo della Ricerca in Sardegna, per consentire loro di conoscere e approfondire il programma #digitalSaras.

In quella occasione, sono stati illustrati i progetti pilota che il team #digitalSaras ha testato negli ultimi mesi
e annunciato la fase di industrializzazione per alcuni di essi.
I futuri ingegneri hanno potuto così ascoltare e intervistare i componenti del team
e approfondire il modo in cui augumented reality e big data, ad esempio, stanno cambiando il mondo dell’industria.

Quanto ai progetti portati avanti grazie alla collaborazione tra il Gruppo Saras e l’Università,
nel 2017 è stato presentato un “cluster top-down” su un bando di Sardegna Ricerche,
in collaborazione tra Sartec – controllata del Gruppo che si occupa di ricerca scientifica e tecnologica – la Facoltà di Geologia e il CRS4,
sulla modellazione delle acque di falda e altre applicazioni di modellazione ambientale.

Sono in corso progetti sulle nanotecnologie con la Facoltà di Chimica
e su percorsi di alta formazione in ambito di bonifiche con la Facoltà di Geologia.

E ancora, studi sul moto ondoso in prossimità del pontile Sarlux a Sarroch,
progetti di ricerca per la bonifica da idrocarburi delle acque dei porti marini
e collaborazioni alla realizzazione di un impianto pilota per il trattamento delle acque reflue industriali.

Abbiamo aderito, inoltre, all’iniziativa dell’Associazione Italiana di Ingegneria Chimica
per premiare con una borsa di studio i migliori neolaureati in Ingegneria chimica del 2017
che hanno deciso di completare la loro formazione universitaria in Sardegna.
Un modo, questo, per arginare la fuga di cervelli “industriali” dall’isola.

L’Ateneo di Cagliari ha sempre manifestato un forte interesse
per lo scambio di competenze e know how con le aziende del territorio sardo.

Per questo l’ex rettore di Cagliari, Giovanni Melis, e l’amministratore delegato del Gruppo Saras, Massimo Moratti,
hanno rinnovato, nel giugno 2014, il Protocollo d’intesa tra l’Università di Cagliari e il Gruppo Saras, in vigore dal 1998.

Linee guida e obiettivi

Il Protocollo definisce le linee guida delle varie collaborazioni tra dipartimenti e società del Gruppo,
tutte tese a raggiungere due obiettivi principali:

  • progettare e sviluppare tecnologie in campo industriale attraverso la ricerca per l’innovazione scientifica e tecnologica
  • dare supporto agli studenti e condividere le nostre competenze, attraverso seminari in aula, stage, training aziendali e borse di studio che permettano loro di avvicinarsi a nuove opportunità professionali.

 

Il protocollo d’intesa