Cosa facciamo

Il nostro modo di creare valore

L’attività̀ di raffinazione del Gruppo Saras è localizzata a Sarroch, sulla costa meridionale della Sardegna.

Con una lavorazione di materie prime di oltre 15 milioni di tonnellate per anno, Sarlux è la più grande raffineria del Mediterraneo per capacità produttiva e complessità strutturale (Indice Nelson pari a 10,0) e rappresenta il 21 per cento circa della lavorazione delle raffinerie italiane.

La raffineria costituisce un modello di riferimento in termini di efficienza e sostenibilità ambientale, grazie al know-how ed al patrimonio tecnologico e di risorse umane maturato in oltre cinquant’anni di attività.

efficienza energetica ciclo integrato sostenibile Sarlux ITA

SOSTENIBILITÀ

Il ciclo di raffinazione è completamente integrato con l’impianto IGCC:
l’impianto di gassificazione a ciclo combinato cogenerativo utilizza, infatti, gli idrocarburi pesanti prodotti dalla raffinazione, di solito impiegati per produrre olio combustibile, e li trasforma in energia elettrica e termica.

Attraverso l’impianto IGCC (Integrated Gasification Combined Cycle) – capacità installata di 575 megawatt – nel sito industriale si generano oltre quattro miliardi di chilowattora (kWh) all’anno di energia elettrica. Tutta la produzione viene venduta al Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

COMPLESSITÀ E FLESSIBILITÀ

Non tutti i petroli sono uguali, i greggi si differenziano per rendimento, viscosità, rese e densità e richiedono adeguati processi di raffinazione e, a fare la differenza tra le raffinerie, è proprio la capacità di lavorare un più alto numero di greggi.

La complessità degli impianti Sarlux permette di avere una grande flessibilità nella lavorazione dei grezzi più disparati.

Flessibilità
31 tipi di greggio lavorati nel 2017, provenienti da più di 30 paesi del mondo

Un risultato importante ottenuto anche grazie al lavoro e alle competenze degli ingegneri e operatori della Sarlux, capaci di mutare, costantemente e opportunamente, l’assetto degli impianti per adattarli alle caratteristiche dei diversi grezzi.

Saras ha puntato proprio su questo valore aggiunto e le attuali performance della raffineria sono il risultato di una strategia di investimenti che poggia su tre pilastri:

applicazione dei migliori standard in tema di sviluppo delle risorse umane

continue migliorie agli impianti

creazione di un sito industriale flessibile e trading-oriented.

ALTRI PUNTI DI FORZA DELLA RAFFINERIA SARLUX

Dimensione
300 000 barili raffinati al giorno, 21% della capacità italiana

Complessità
distillati leggeri e medi 85%, fuel oil, (conversione totale 7%)

Integrazione
residui pesanti della raffinazione trasformati in elettricità, idrogeno e vapore 8%

Logistica
13 punti di attracco per petroliere e 3,8 milioni di metri cubi di capacità di stoccaggio

L’ampia flessibilità e il valore tecnologico degli impianti hanno consentito a questo sito industriale di diventare una grande raffineria, sia per capacità di barili lavorati sia per complessità, riuscendo così a posizionarsi tra le prime in Europa, come una raffineria ideale per cogliere al meglio le occasioni offerte dal mercato del petrolio, rispetto alla grande varietà di grezzi.

Proprio per questa ragione, Saras ha impostato una supply chain che integra in modo particolarmente solido la parte produttiva con il settore commerciale affidato alla controllata Saras Trading SA, società con sede a Ginevra.

Si tratta di una ulteriore sfida per il Gruppo, che si evolve in base ai nuovi scenari mondiali del grezzo.